giovedì 4 dicembre 2008

SUCIOPERRO - The Drop


Approfitto della recente pubblicazione dell'EP Mums' Bad Punk Music per parlare dei Sucioperro, o meglio di una canzone in particolare contenuta nel loro primo (e finora unico) album uscito un paio di anni fa con il titolo di Random Acts of Intimacy.
Il pezzo che ha attratto la mia attenzione è The Drop (uscito anche come singolo). Per due motivi: perché è un pezzo rock assolutamente irresistibile, ma più ancora perché ha una struttura non convenzionale per una canzone così breve (tre minuti e mezzo circa). Un altro gruppo, una volta accortosi di avere tra le mani una bomba, si sarebbe accontentato di proporre il classico strofa-ritornello-ponte, riassumibile generalmente con la formula ABABCB. I Sucioperro no. Quello a cui loro interessa è solo ripetere il contagioso ritornello, per il resto si preoccupano di variare ogni strofa con uno schema formale traducibile in ABCBDB. Quindi nessuna strofa vera e propria e nessun bridge.
Auspicherei che altri gruppi più famosi seguissero questo esempio, rendendo le loro rock songs meno scontate, ma non lo fanno un pò per paura di affrontare con decisione le certezze proprie della commercialità e un pò per pigrizia.

Eppure il "gioco" dei Sucioperro non è tanto complicato, è l'uovo di Colombo: una variazione sul tema. A livello armonico infatti la canzone si basa su un solo accordo di La 9/4+ attorno al quale ruota in maniera variabile la parte del basso con le note di Do#-Fa#-Si-Mi.
Come esempio simile, non a livello armonico ma bensì strutturale, mi viene in mente One Armed Scissor degli At The Drive-In che adotta la stessa tattica de-strutturata (se confrontata naturalmente ad una qualsiasi canzone scelta come singolo).

Ma i Sucioperro non si fermano a The Drop: tutte le canzoni di Random Acts of Intimacy possiedono un struttura poco ortodossa: Grace and Out of Me declama il ritornello solo una volta (quello finale si può giudicare una variante acustica), Wolf Carnival e Tem V Com sono costruite più o meno come The Drop e così via.
I Sucioperro potevano presentarci un anonimo album di rock alternativo, ma questo piccolo particolare li ha salvati dalla routine.
A volte il prog si nasconde nei dettagli.

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...