giovedì 3 marzo 2016

Adjy - Prelude (.3333) (2016)


Di questa band dal nome curioso, guidata da Christoper Noyes, praticamente all'esordio con il presente EP si sa ben poco, se non che è appena entrata nella scuderia della Triple Crown Recods, un paio di anni fa aveva autoprodotto un mini album dal titolo Grammatology, è stata in tour con gli Appleseed Cast e a breve si affiancherà ai Foxing, O'Brother e Tancred per altri concerti. Lasciando che la musica parli per loro, si possono già percepire le affinità emocore, pop e post rock proprie dei compagni di scuderia Into It. Over It., Moving Mountains e Weatherbox. In più, troviamo un'impostazione prominente che indirizza l'attenzione su strumenti a percussione, oltre al ricorso a polifonie vocali che ricordano il chamber rock dei mai troppo rimpianti Anathallo.

L'EP contiene quattro tracce molto promettenti come la tribale Praepositio, seguita dalla lunga maratona Another Flammarion Woodcut, ballata minimale che si trasforma in inno emo. Hyperthymesia pone l'enfasi tra la verbosità della declamazione e i cori vocali che fanno da contrappunto, mentre le vibrazioni boniveriane di Grammatology coronano il tutto con un'idea di emo orchestrale che è un po' la cifra stilistica del gruppo. Veramente una bella sorpresa e una conferma per la Triple Crown che si conferma tra le etichette indipendenti più interessanti nel mercato USA.

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...