mercoledì 6 maggio 2015

Introducing: Time King - Suprœ


Al momento in cui sto scrivendo non so molto a proposito dei Time King in quanto sono relativamente degli esordienti. Tutto ciò che posso dirvi è che sono un quintetto di Long Island, preparati musicalmente, hanno alle spalle un gustoso EP dal titolo Watson e si stanno apprestando a pubblicare uno stellare disco d'esordio. Per ora Suprœ è stato presentato su Bandcamp per metà, cioè cinque tracce su dieci, ma credo che queste siano più che sufficienti per accendere l'entusiasmo di molti appassionati (o almeno il mio).

Tra le trame post hardcore dell'album filtrano influenze funk, jazz e fusion che nobilitano, in un certo senso, le aggressività dei riff più grezzi. Nei Time King tutto funziona alla perfezione per diventare una nuova stella del progressive hardcore: dall'intonazione vocale di Kalvin Rodriguez, all'interplay delle chitarre tra arpeggi melodici e assoli torrenziali (ooooh, il finale di Compromise!) di Brandon Dove e Shayne Plunkett e la sezione ritmica trascinante di James Meslin (basso) e Matthew Nazario (batteria). Insomma, si sente che sono ragazzi con degli studi musicali seri alle spalle. Vorrei scomodare un paragone con i Thank You Scientist (senza l'apporto dei fiati), perché la musica scorre con la stessa energia, perché i risvolti prog jazz sono sulla stessa lunghezza d'onda e per quell'affinità di divertirsi e divertire suonando rock in modo più complesso del solito. Esordio dell'anno? Probabilmente sì.



http://timekingofficial.com/


Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...