lunedì 11 maggio 2009

Ritorna come solista il grande Peter Hammill

Dopo le ultime fatiche con i Van der Graaf Generator è in uscita l'8 giugno il nuovo album solista di Peter Hammill intitolato Thin Air. Anche se non sarà un capolavoro non si può dire che Hammill sia un musicista poco attivo, raggiungendo con questo album quota 29.


Tracklist:

1. The Mercy (6:21)
2. Your Face On The Street (5:21)
3. Stumbled (4:48)
4. Wrong Way Round (2:40)
5. Ghosts Of Planes (5:23)
6. If We Must Part Like This (4:38)
7. Undone (4:25)
8. Diminished (6:11)
9. The Top Of The World Club (7:03)


www.sofasound.com

www.peterhammill.com

4 commenti:

Anonimo ha detto...

L'album contiene almeno tre brani stupendi (The Mercy, Undone e The top of the World Club) destinati a inserirsi tra i classici del suo repertorio.
Sembra che stavolta abbia voluto filtrare le sperimentazioni dei suoi album "calmi" (None of the above, Everyone you hold) con l'inquietudine dei suoi lavori di fine '70 (The Future Now, Ph7).
Ci sono un paio di brani noiosi, ma il livello, ancora una volta, resta alto...
Un applauso al 61enne Hammill, non è facile restare così creativi e continuare un percorso di ricerca musicale, dopo oltre quarant'anni di carriera...

Lorenzo Barbagli ha detto...

Ammetto che lo devo ancora ascoltare, comunque grazie per la segnalazione che mi rincuora, visto che gli ultimi album del grande Hammill non mi avevano molto entusiasmato.

Anonimo ha detto...

nel frattempo si è preso un bel 7 nella recensione di Ondarock...

"un senso di spaesamento addosso che nessun disco di Peter Hammill dagli anni 70 a oggi aveva suscitato, nonostante la scrittura in più occasioni felice"

Franco Palese ha detto...

Diciamo che del parere di ondarock ce ne possiamo fregare...
Grande PH, grandissimi VdGG