lunedì 28 novembre 2011

Consigli per gli acquisti

Siamo a meno di un mese da Natale. Tempo di corsa ai regali, centri commerciali sovraffollati nel weekend, code, pacchetti, cofane e cofanetti. Allora anche altprogcore vuole fare la sua parte per quanto riguarda i consigli per fare o farvi un bel regalo. E magari comodamente seduti nella poltrona di casa vostra.

Ma voglio evitare di consigliare le maree di riedizioni uscite in questo periodo dedicate ad un solo album che miracolosamente viene moltiplcato in box quadrupli, sestupli o decupli. Meglio qualcosa di più genuino e meno speculativo come il box in edizione limitata Contain Us del Devin Townsend Project, dove sono racchiusi i quattro CD Addicted, Ki, Deconstruction e Ghost, più due CD di inediti e due DVD.


Oppure si può optare per The Practice of Everyday Life - Celebrating 40 Years of Recordings, box retrospettivo in otto CD della carriera del chitarrista Bill Nelson, partendo dalla sua prima band Be Bop Deluxe, poi i Red Noise, fino ai suoi lavori come solista.

Infine, se vi siete persi l'edizione limitata in vinile, è uscita questo mese la ristampa completa in CD di The Color Spectrum dei The Dear Hunter. Il box raccoglie tutti i nove EP in tre CD (36 brani in tutto) con in più un DVD con esibizioni live e qualche documentario sulla realizzazione del progetto.


4 commenti:

Anonimo ha detto...

Lorenzo, ho scoperto da poco il tuo blog e devo dire che è veramente stupendo. I tuoi post sono veramente molto interessanti, è veramente un gran piacere leggere i tuoi articoli. Ciao!

Lorenzo Barbagli ha detto...

Grazie 1000!

red ha detto...

Io i miei acquisti natalizi li ho già ordinati.
Piuttosto che cofanetti ho preferito comprare molti cd di artisti diversi, qualcosa segnalato anche qui (Discipline, White Willow).
Però voglio fare una domanda su Devin Townsend.
Ho ascoltato i lavori del periodo Synchestra e li ho trovati veramente ostici, per non dire brutti (troppo metallo).
Da lì mi sono disamorato e non ho più ascoltato nulla, anche se ho letto opinioni contrastanti sugli ultimi lavori.
Sono un po' sorpreso quindi di vedere su questo blog il consiglio per gli acquisti relativo a Townsend, forse che il metallo è completamente alle spalle?
Comunque grazie per i consigli!

Lorenzo Barbagli ha detto...

No il metallo in Townsend non è alle spalle. L'ho consigliato perchè è un cofanetto (e il post è dedicato a questi formati più che a CD singoli) e poi perchè nei lavori di Townsend, anche se possono non piacere, qualcosa di buono lo si trova sempre. Anche se raramente un suo CD mi è piaciuto dall'inizio alla fine. Di questi quattro KI e Addicted sono abbastanza validi e anche Ghost ha non è malaccio.

Comunque nel blog mi piace segnalare anche cose di progressive metal, tanto che volevo consigliare pure le ultime copie del box di 4 lp dei maudlin of the Well, ma proprio due giorni fa è andato fuori catalogo.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...