lunedì 27 agosto 2012

MUTINY ON THE BOUNTY - Trials (2012)


Per i lussemburghesi Mutiny on the Bounty questo secondo album Trials è come un nuovo inizio. A tre anni di distanza da Danger Mouth il gruppo ha cambiato line-up, firmato un contratto con l'etichetta Best Before Records e ha trovato un produttore prestigioso come Matt Bayles (Pearl Jam, Mastodon, Isis).

Trials è un album che mette alla prova la potenza sonica del quartetto attraverso un furioso, a tratti frenetico, lavoro chitarristico e ritmico. Il gruppo si attesta in una fascia stilistica di post hardcore melodico e virtuosistico che negli ultimi anni, nella propria cerchia di nicchia, ha fatto proseliti e che tra i suoi esponenti conta i Six Gallery, gli Scale the Summit e i This Town Needs Guns. I Mutiny on the Bounty si distinguono per un approccio forse più radicale che sviluppa in maniera maggiormente decisa il connubio tra aggressività e melodia.


Tracce come Artifacts e Modern Day Robbery, ad esempio, sembrano dei Minus the Bear in versione hardcore, ma i loro riff da math rock possono ricordare anche i norvegesi e compagni d'etichetta 22. Trials si dipana fino all'ultimo con una glaciale precisione facendo uso di detonazioni degne dei Mars Volta (si ascolti la strumentale Myanmar) e per tutta la sua durata mantiene un passo decisamente forsennato. Nonostante queste prerogative da rock concitato il punto di vista e le sfumature rimangono tenebrose e drammatiche. Diciamo che i Mutiny on the Bounty hanno delle buone intuizioni che, se ben diluite, li potrebbero far emergere come uno dei nomi più interessanti di questo genere.



http://www.motb.net/

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...