domenica 20 febbraio 2011

Esempi musicali - Capitolo I

Questa è la prima di 5 pagine dedicate ad esempi musicali riguardanti i 5 capitoli del mio libro Il Progressive Rock nell'Era del Punk e della New Wave.


- NATIONAL HEALTH - THE COLLAPSO

"Una cacofonia caraibica per amanti del limbo". Così è stato definito dal tastierista Dave Stewart The Collapso, brano tratto da Of Queues and Cures, secondo album del gruppo. In realtà The Collapso potrebbe essere un raro esempio di fusion ballabile. Questa unica apparizione dei National Health alla TV inglese nel programma The Old Grey Whistle Test, risalente al gennaio 1979 (mese di uscita del disco), segna una delle ultime esibizioni dal vivo con Stewart in formazione che in seguito definì questa performance del pezzo "estremamente approssimativa".


- BRUFORD - BEELZEBUB

Nei pochi minuti di Beelzebub sono concetrati i tratti salienti della tarda fusion canterburiana: dalla batteria iper sincopata, ma composta, di Bill Bruford, al basso funk di Jeff Berlin; dall'arsenale di tastiere di Dave Stewart, al disinvolto utilizzo della leva di Allan Holdsworth in modo da dare quel suono così caratteristico alla sua chitarra.




- ALLAN HOLDSWORTH - WHITE LINE

I.O.U. è il miglior lavoro di Allan Holdsworth e White Line, che chiude l'album, ne è uno dei pezzi di punta. Inizialmente fu registrato come demo strumentale con Jack Bruce e Jon Hiseman e solo in seguito il paroliere Pete Brown aggiunse il testo. Il brano è interessante per notare la versatilità e l'inventiva di Holdsworth sia negli assoli che nell'accompagnamento. La sua tecnica è quasi più dirompente in quest'ultima veste, andando alla ricerca di posizioni accordali inconsuete, ma armoniose, con uso abbondante di quinte, none e settime. Come stesse tessendo una tela, Holdsworth si limita quasi a delle rifiniture che si vanno ad inserire nella trama sonora con note prolungate e arpeggi sapientemente dosati. Niente da aggiungere sull'assolo, la cui visione è più esplicativa di qualsiasi parola.




- PICCHIO DAL POZZO - IL PRESIDENTE

Il brano di Camere, Zimmer, Rooms si riferisce a Giovanni Leone, Presidente della Repubblica che si dimise nel 1978 in seguito allo scandalo Lockheed. Pochissimi gruppi italiani hanno saputo importare così efficacemente la scuola di Canterbury nel nostro Paese, sia nel gusto musical-intellettuale che in quello dadista e iconoclasta delle liriche.


Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...