giovedì 8 dicembre 2016

Enemies - Valuables (2016)


La storia di Valuables, terzo e ultimo album in studio del quartetto irlandese Enemies in uscita domani, è quella legata alla dissoluzione della band il cui comunicato ufficiale potete leggere qui. In breve: Valuables ha rischiato di non vedere la luce a causa di varie difficoltà interne alla band sorte negli ultimi due anni. In questo lungo periodo il gruppo ha sofferto di dissidi sia a livello personale che artistico che però non hanno impedito loro di iniziare le registrazioni con le prime idee per questo album nel gennaio 2016. Interrompendo le sessioni per un tour di cinque settimane, una volta tornati a casa gli Enemies si sono impegnati a riprendere in mano quel materiale con uno spirito rinnovato e con la volontà di finire ciò che avevano iniziato, soprattutto grazie al fatto di non sentirsi più sotto pressione delle aspettative da parte di chiunque, considerando che la loro fine come band era imminente.

Che Valuables sia un lavoro diverso da Embark, Embrace e We've Been Talking lo dimostra un ruolo più preponderante delle voci, se infatti prima gli Enemies, con le loro avventure soniche intrise di tapping e poliritmie, potevano essere catalogati al confine tra post e math rock, adesso questa non tanto scontata novità aggiunge sfumature inaspettate. Se il singolo uscito l'estate scorsa Play Fire anticipava una propensione per il math pop, rafforzata dalla mesmerizzante itsallwaves, gli eterei riverberi di Glow (con ospite Louise Gaffney alla voce) trasportano addirittura alla dolcezza dreampop dei Cocteau Twins. Ed è da qui che si parte per considerare che Valuables è fatto di piccole armonie che condividono anche le rifrazioni delicate di shoegaze, midwest emo e post rock che possiamo incontrare su Houran, Phoenix Lights e Leaves. Un disco dal mood rilassato e malinconico che comunque chiude in bellezza la breve carriera degli Enemies.







http://enemiesmusic.bandcamp.com/

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...